La valorizzazione del paesaggio come opportunità e risorsa turistica non si concilia con la creazione di parchi di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia dal sole, tantomeno nelle campagne a ridosso della città dove si intende promuovere il segmento del turismo naturalistico e ambientale. L’unica autorizzazione da concedere riguarda l’installazione di pannelli solari sui tetti delle case, dei palazzi e dei capannoni di industriali, dove l’impatto scenografico è notevolmente ridotto. Oppure, in via sperimentale, individuare alcun aree urbane o extraurbane , magari destinate al parcheggio degli autobus dove realizzare “perimetri solari”, dando vita a parchi controllati e contestualizzati nell’arredo urbano.

Lecce, 25 febbraio 2017

Leave a comment