“Non potrei che apprendere con soddisfazione la notizia sul Tar Lecce, finalmente salvo dalla mannaia dei tagli. Per questa esigenza del territorio tutta la politica, le istituzioni e la comunità hanno combattuto con una sola voce ed il risultato è arrivato. Non sento tuttavia di trarre un sospiro di sollievo perché se oggi abbiamo dovuto lottare per il Tar, domani ci sarà un altro nodo da sciogliere. Solo il regionalismo avrebbe garantito la salvaguardia dei diritti dei territori”. Così il presidente del Movimento Regione Salento, Paolo Pagliaro.

“Accanto a questa amara verità –amara per l’inspiegabile indifferenza che l’ha circondata- dobbiamo anche rilevare che si potrebbe fare tanto per la popolazione, se solo si facesse fronte comune. Perché l’unione fa la forza e forti si vince. Sono anni che peroriamo la causa del regionalismo e non certo per capriccio, ma perché solo un’istituzione territoriale solida e riconosciuta può difendere le ragioni dei suoi cittadini.

Il “fattore 36” che proponiamo risolverebbe a monte problemi come quello del Tar. Noi sappiamo che è solo l’inizio: dal Tar si passa alle prefetture, alle autorità, alle camere di commercio ed enti secondari tutti. Ci troveremo a breve a dover sudare per salvare il salvabile, ancora una volta, senza una spinta riformatrice seria che restituisca ai cittadini la loro dignità e la stabilità istituzionale. Basta guardare a quanto sta accadendo per la riforma sulle Province: ci stanno beffando e sbeffeggiando e nessuno alza la voce.

Le Province sopravviveranno e a nulla è servito il tempo perso e speso in inutili dibattiti. Anche da Renzi ci si poteva aspettare di più. Ma fino a quando noi salentini non alzeremo la testa, non capiremo che abbiamo il dovere di mantenere la schiena dritta per i nostri figli, è difficile che la politica si faccia portavoce delle nostre istanze. Ci vuole un moto nuovo di coscienza comune –conclude Pagliaro- perché la Regione Salento è un sogno ma anche un’opportunità concreta per riprenderci la nostra identità e non dover lottare ogni volta perché qualcuno vuole scipparci dei diritti”.

23/07/2014
di Ufficio Stampa
Movimento Regione Salento

Leave a comment