Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani e Presidente MRS:

“Non un passo avanti verso le quattro corsie, ma addirittura nessun finanziamento per la messa in sicurezza del tracciato a due corsie fra Lecce e San Pancrazio Salentino. L’esito della conferenza dei servizi convocata oggi dall’Anas a Bari, per fare il punto sulla progettazione della 7 ter Bradanico-Salentina, riaccende la nostra battaglia al fianco del territorio per rivendicare le quattro corsie fra Lecce e Taranto. Se nella programmazione 2021-2025 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti non c’è traccia dei progetti di messa in sicurezza della 7 ter, è perché la Regione non ha inserito quest’opera nel Piano regionale dei trasporti, venendo meno all’impegno contenuto nella mia mozione approvata a luglio 2022 ma rimasta inattuata. Quindi, la Regione di svegli e proceda subito con il nuovo studio costi/benefici del Nucleo di Valutazione regionale, inserendo la quattro corsie Lecce-Taranto fra le opere prioritarie da finanziare. Sono atti necessari per sbloccare una situazione di lassismo che si trascina da anni, e che ha di fatto privato l’area ionico-salentina di una strada di connessione a quattro corsie, attesa da decenni. Solo a inizio marzo scorso l’ex assessora ai trasporti Maurodinoia si era risvegliata dal letargo, aprendo una interlocuzione con il Ministero sulla messa in sicurezza e il raddoppio della 7 ter. Ora, in vista della prossima programmazione 2026-2030, la Regione si dia da fare per garantire a Lecce e Taranto, al pari degli altri capoluoghi pugliesi, una statale di collegamento a quattro corsie, moderna e sicura”.

Leave a comment