Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia domani e Presidente MRS

“Tre anni persi nel pantano della burocrazia regionale – sanitaria e non solo – e si rischia di perdere il finanziamento statale di 142 milioni per la realizzazione del nuovo ospedale del Sud Salento. La notizia, comunicata il 27 dicembre da Roma, è una doccia gelata per la sanità pubblica del nostro territorio, tanto accidentata e bisognosa di servizi moderni ed efficienti. Da un anno denuncio sistematicamente le falle delle strutture dell’Asl Lecce, con visite ispettive documentate che mettono a nudo tutti i disservizi segnalati dagli utenti e degli stessi addetti ai lavori. Ne sta venendo fuori un dossier allarmante soprattutto per quanto riguarda l’assistenza sanitaria di prossimità ridotta all’osso ma anche per le carenze delle apparecchiature e strutturali, a cominciare dai pronto soccorso, e per la cronica penuria di personale. Dossier che porto all’attenzione della Commissione Sanità, chiedendo riscontri e impegni precisi ai vertici dell’assessorato e dell’azienda sanitaria leccese.
A maggior ragione, di fronte alla prospettiva di definanziamento del nuovo ospedale Maglie-Melpignano, lascia davvero basiti la reazione serafica dell’assessore alla salute Rocco Palese che, anziché fare ammenda, minimizza e dice che i soldi stanziati dal Governo potranno essere riacciuffati in extremis, chiedendo una proroga del cronoprogramma o riproponendo la procedura. Questo però vuol dire che l’iter deve ripartire da zero, con una perdita di tempo di tre anni. E chi pagherà per questo ritardo?”.

Leave a comment