Nota del Presidente Paolo Pagliaro:

“Sapevamo che sarebbe stato presentato il nuovo operativo Ryanair sulla Puglia per l’estate 2024, ed eravamo pronti a scommettere che avrebbe confermato ancora una volta la netta predominanza dell’aeroporto di Bari rispetto a quello di Brindisi. Scommessa purtroppo vinta: nel piano annunciato, la bilancia pende vistosamente a favore dello scalo barese. Si conferma quello che denunciamo da sempre, numeri alla mano: voli e collegamenti concentrati sull’aeroporto di Bari, con uno sbilanciamento smaccato. I numeri parlano chiarissimo: su 5 aeromobili disponibili, 3 vanno a Bari e 2 a Brindisi; su 80 rotte totali, 57 a Bari e solo 23 a Brindisi (due volte e mezzo in meno), da Bari 8 nuove rotte (per Atene, Barcellona, Dubrovnik, Malaga, Katowice, Rodi, Tirana e Tolosa) a fronte delle 2 da Brindisi (per Danzica e Trieste).
Questo è solo l’ultimo affronto al nostro territorio, marginalizzato e mortificato da Aeroporti di Puglia, checché ne dica il suo presidente Vasile, che proclama attenzione verso il Salento ma di fatto lo penalizza con politiche che privilegiano la sua Bari e ne incentivano il turismo attraverso una pioggia di collegamenti, nettamente superiore a quelli riservati a Brindisi. Delle due l’una: incapacità o mancata volontà di programmare in maniera equa? Siamo davvero stufi di sopportare questa sistematica disparità che ci umilia, danneggia la nostra economia e causa pesanti disagi ai nostri viaggiatori.
Di questo ennesimo torto al Salento chiediamo conto al presidente Vasile ma anche al presidente Emiliano, finora sordo a tutte le nostre rivendicazioni. Batta un colpo e imponga un riequilibrio alla società partecipata quasi interamente dalla Regione, che però fa solo gli interessi di Bari e provincia”.

Leave a comment