Si è tenuta oggi il direttivo del Movimento Regione Salento, per fare il punto sulle prossime iniziative da intraprendere su tutto il territorio. Dalla Tap alla trivelle alla Xylella, dal riordino amministrativo all’accorpamento di molteplici istituzioni a svantaggio del Salento, il MRS si prepara a promuovere momenti di dialogo con la cittadinanza e di proposte concrete da porre all’attenzione del mondo politico. “Stiamo subendo uno scippo dopo l’altro”, dichiara Paolo Pagliaro.
“Mentre la voce delle istituzioni pugliesi è sempre più flebile –aggiunge- Renzi a Roma priva il Salento di Corti d’Appello, Camere di Commercio, Banca d’Italia… Il MRS nasce con un’ispirazione valoriale precisa: la difesa accanita di una terra costantemente oggetto di tagli e mortificazioni. Per questo, abbiamo in animo di alzare l’asticella della battaglia, perché non si può assistere in silenzio. In Salento si tagliano ulivi secolari senza vagliare alternative scientifiche che scongiurerebbero la desertificazione. E agli agricoltori che subiscono un danno ingentissimo, si riconoscono 200 euro per pianta sradicata. Un obolo di cui non abbiamo bisogno. Questa è la battaglia paradigmatica –conclude Pagliaro- ed una delle prime che porteremo avanti”. La riunione di oggi è stata anche l’occasione per avviare un confronto sulle prossime elezioni amministrative e sul modo in cui il MRS si proporrà ai cittadini in tutti i Comuni chiamati al voto.

Lecce, 11 dicembre 2015

di Ufficio Stampa

Movimento Regione Salento

1 Comment

  • by sandro
    Posted 11 Dicembre 2015 22:04

    Regione Salento per salvare e salvaguardare la NOSTRA Terra.
    Abbandonata a breve pure da Dio.

Leave a comment