Mare, entroterra, pietra leccese e sabbia, sole, discoteche e luoghi sacri, il nostro Salento attira famiglie, giovani e vip (da Madonna a Vasco Rossi) e fa il boom di presenze in questa strana estate 2016 che dal punto di vista meteorologico ha già chiuso i battenti in altre parti d’Italia, dove l’autunno sembra insinuarsi. Il Salento è una perla di inestimabile valore e dobbiamo difenderlo dal qualunquismo e dal pressapochismo di chi ancora non vuol capire che bisogna investire per diventare sempre più grandi, per destagionalizzare e per guardare al futuro con maggiore positività”. Così Paolo Pagliaro Presidente del Movimento Regione Salento.

“Il Salento può e deve vivere di turismo e dei prodotti della propria terra. Madre natura –continua- è stata generosa, lo gridiamo da tanti anni, solo qui possiamo decidere in base al vento dove andare a rilassarci in riva al mare: Ionio o Adriatico, tramontana o scirocco, spiaggia oppure scogliera. Bisogna fare in modo che tutti i turisti, che hanno preferito la nostra terra ad altre mete italiane ambite come Sardegna e Sicilia ad esempio, tornino anche in altri periodi dell’anno e non solo d’estate, perché qui è sempre estate: di musica, cultura, calore e colori, d’arte, di cucina e di storia.

Siamo i più belli del mondo ma abbiamo mille contraddizioni che si sovrappongono alla bellezza e dobbiamo esserne coscienti: strade dissestate, gestione dei rifiuti, trasporti assenti, cantieri aperti, improvvisazione e la mancanza di una cabina di regia che sia vicina ed efficiente al contrario di quanto accade ora con una regione, la Puglia, che è troppo lontana dai bisogni della nostra terra. Questa è la zavorra che ci penalizza e rischia di fare del Salento un’opera incompiuta. Dobbiamo –conclude Pagliaro- evitarlo. Noi siamo e saremo sempre in prima linea per difendere, promuovere e insistere in maniera convinta che la soluzione c’è e si chiama Regione Salento”.

Lecce 12 agosto 2016

Paolo Pagliaro

Presidente Movimento Regione Salento

Leave a comment